Adenopatie latero-cervicali

Eventualità frequente con grande diversità etiologica e diversità sul piano terapeutico
La diagnosi etiologica è dominata dalle malignità con:
    cancri loco-regionali , causa + import. di adenopatia lat-cerv.
    Adenopatie di emopatie maligne. L’ORL precisa l’estensione e fornisce i mezzi per la diagnosi istologica
Adenopatie infettive: da non trascurare soprattutto nell’adolescente


Anamnesi
Prima tappa:età, precedenti medico-chirurgici e radiot.
Cond. di vita.: alcool, fumo, tossicodip., stato vaccinale
Modalità di insorgenza: associazione con segni generali e segni funzionali
Intervallo fra l’osservazione e la consultazione. Evoluzione della sintomatologia


Esame locale
Ispezione: stato dei tegumenti (flogosi), fistola e  adenopatia sottostante.Trattamento precedente
                cicatrici, tatuaggio, pigmentazione cutanea
Palpazione: n°e localizzazione lfnd, palpazione bimanuale  (sottomentonieri, sottomascellari), lfnd
                    giugulo-carotidei e spinali testa inclinata dal lato esaminato.Linfonodi sovraclaveari
                    anteriori studiati al davanti del paziente. Lfnd analizzati: volume consistenza limiti
                    motilità sensibilità
Consistenza : elastica, infezione o emopatia. Duro, legnoso per meta ca epidermoide.Fluttuante adenoflemmone
Limiti: netti. Imprecisi per periadenite o confluenza plurilfnd.
Mobilità: rapporti con la pelle, infiltrata, pelle ad arancia infiltrata o fistolizzata.Apprezzamento mobilità piani profondi e superficiali.Rapporto vasi giugulo-carotidei, muscolari, faringo-laringe.
Sensibilità:linfonodo doloroso per causa infiammatoria o infettiva. Cause croniche no dolore, si sensibili per sovrainfezione
 

Esame loco-regionale
-pelle, faccia, cuoio capelluto,cavità naturali,guancia , gengive, pav. bocca , lingua , solco amigdaloglosso. Palpazione x infiltrazione o zona dolorosa (trigono retromolare).
- laringe, faringe
Esame generale
- sistema linfopoietico, sistema reticolo-endoteliale. Ricorso ad altri specialisti.


Diagnosi paraclinica
-Esami biologici
-Esami radiologici: Rx,  TC torace,  Eco cervicale (volume, aspetto lfnd,V.G.I., a. car., parotidi,
                                   sottomascellari,
                                TC collo ; lfnd fino a 1 cm, strutture anatomiche vicine . Iniezione m.d.c.,
                                   vasi trombizzati. No rapporto fra adenopatia e asse arterioso. Si per
                                   adenop. profonde.

-Esame anatomo-patologico: agoaspirato x conf.clinica (falsi+, falsi-)
-Cervicotomia esplorativa + istologia + provvedimento


Diagnosi differenziale
Per tumefazione isolata, le poliadenopatie di norma non necessitano di d.d..
Equivoco anatomico eliminato con esame clinico:
   -gr. corno  osso ioide  { mobili alla deglutizione
   -gr. corno cart. tiroide
   -apofisi trasversa di CII

Tumori salivari: polo inf. parot., polo post. sottomasc.
                            d.d. lfnd sottodigastrico. Possibile cervicotomia.
Tumori vascolari: pulsante, espansivo, soffio ascoltatorio,
                             -aneurisma arterioso o artero-venoso
                             -t. glomo caritideo: mobile trasversale , no verticale, lento accrescimento,d.d.
                              bulbo ateromatoso.
                              Dopplerangiogr.,angioTC
Tumori nervosi: laterali o basi-cervicali. (plesso cervicale o brachiale) Esame neurologico ed eventuale
                           deficit sensitivo -motore(poco frequente)
                           Schwannomi, neurifibromi(M. di V. Recklingausen)
Cisti laterocervicali o cisti del II arco branchiale: regione media o alta collo,mobili ben definiti. Possibile sovrainfezione .d.d. adenoflemmone.(eco)


Tumefazioni mediane
Noduli tiroidei: mobili alla deglutizione(eco, puntura  esplorativa)
Cisti del dotto tireoglosso: nel ragazzo o giovane adulto
Laringocele esterno
 
 


Diagnosi etiologica
Adeniti acute: infezioni sfera ORL, trattamento malattia causale (infanzia ). Possibile adenite acuta
                       suppurata
Adenoflemmoni: diffusione extralinfonodale dell’infezione,  localizzazione giugulo-carotidea
                             (possibile complicazione vascolare o diffusione mediastinica)
                             E.O.: impastamento collo, limiti indistinti, dolore.Sintomatologia generale evidente.
                            Porta d’ingresso faringo-bucco-dentaria
                             Terapia:incisione in  fase colliquativa, drenaggio, es. batteriologico-colturale.
Cellulite cervico-facciale: rare ma gravi.(diabete, alcolismo, ecc.)Drenaggio precoce(necrosi fetore, germi anaerobi)

Adenopatie subacute e croniche: nell’infanzia subacute, (croniche nella TBC e m. graffio di gatto)
    -rosolia: poliadenopatia fino reg. sottooccipitale.Lfnd piccoli. Sierodiagnosi in due prelievi distanziati x tasso anticorpale in elevazione
    -toxoplasmosi: infanzia e adulto.Trasmissione via alimentare; trasmissione placentare tox. congenita grave (immunodepressione )
     Poliadenopatia multipla, indolore, mobile, posteriore.Segni generali quasi assenti. Diagnosi sierologica dye-test di Sabin e Feldman. Guarigione spontanea.

Adenopatie subacute e croniche:
   -TBC: (prima  infezione per via buccale o faringea) adenopatia unica rapidamente evolutiva verso rammollimento e fistolizzazione
     Forma terziaria: tardiva, adulto, poliadenopatia, no dolore, no periadenite, rammollimento ascesso freddo, malattia locoregionale.Trattamento chirurgico con svuotamento ganglinare conservativo sottomascellare, giugulo-carotideo superiore, spinale.Raramente sovraclaveari interessati.Trattamento medico.

Adenopatie subacute e croniche dell’adolescente e del giovane adulto
   -Mononucleosi infettiva: poliadenopatia posteriore occipitale con lfnd fissi ,sensibili, rspida apparizione, febbrile, astenia intensa. Angina, esantema fugace, splenomegalia. Diagnosi sierologica: trattamento sintomatico.
   -Infezione da HIV: sindrome linfadenopatica , regione cervicale, inguinale, ascellari. Linfoadenopatie numerosi, bilaterali. Sfera ORL: candidosi , infezioni erpetiche,emorragie buccali, sarcoma di Kaposi. Diagnosi sierologica. Biopsia lfnd x elementi di prognosi (sarcoma di Kaposi)
  -Sarcoidosi: lfnd mobili, indolori, presenza di adenopatie mediastiniche, infiltrato perilare bilaterale, biopsia (granuloma epitelioide gigantocellulare senza necrosi).Terapia medica
  -m. di Hodgkin  : tutte le età ,+freq. sogg. giovane, adenopatie multiple ,cervicali (febbre, splenomegalia, prurito) adenopatie mediastiniche. Possibile unioca adenopatia. Biopsia, cell. di Sternberg. Classificazione topografica di m. di Hodgkin : stadio I-II-III-IV.
  -Leucemia acuta: adenopatie incostanti volume modesto ( leucemie acute linfoblastiche )
-adenopatie rivelatrici di ca tiroidei: poco freq. Tessuto tiroideo in un linfonodo.

Adenopatie subacute e croniche dell’adulto
  -linfomi maligni non Hodgkin: adenopatie mobili , multiple , o massa poliadenopatica. nel 20% debuttano nelle strutture linfoidi dell?anellodel Waldayer, tumefazione liscia con mucosa normale o violacea che può ulcerarsi. Diagnosi istologica.
  -adenopatie metastatiche da carcinomi
      -Adenopatia sottomentoniera da ca pav. anter., faccia inf. e punta della lingua, gengiva, labbro inferiore, comm. labiale, reg. periorifiziale dotto di Whorton.
      -Adenopatia sottomascellare da ca lingua, faccia interna della guancia , gengiva, pav. laterale della bocca, giunzione della lingua con il pavimento, vestibolo del naso , seno mascellare

Adenopatie metastatiche da carcinomi
 - Adenopatia giugulo-carotidea superiore da ca orofaringe, tonsilla, velo, base della lingua, parete faringea, rinofaringe, faringo-laringe.(Possibile piccolo ca con voluminosa metastasi)
 - Adenopatia spinale da ca del cavo orale, parotide, cuoio capelluto.
 - Adenopatia sovraomoioidea da ca pav. bocca anteriore, tiroide,
 - Adenopatia cervicale bassa da ca glottico sottoglottico, esofago cervicale. Linfonodo del Troisier a sinistra.


© WEB Creator Andrea Casucci, 2002